Il dollaro neozelandese sale contro lo yen

Lunedì, al termine della sessione di negoziazione, il dollaro neozelandese ha mostrato dati positivi per l’economia locale. Escludendo l’inflazione, le vendite al dettaglio in Nuova Zelanda hanno registrato un fatturato fino all’1,6% nel terzo trimestre, rispetto a un leggero turnover fino allo 0,2% nel secondo trimestre. Gli economisti hanno chiesto una crescita solo dello 0,5%, e il rimbalzo ha rafforzato l’inaspettata tenuta del tasso di interesse presso la Reserve Bank della Nuova Zelanda all’inizio di questo mese.

Yen Drop contro il dollaro della Nuova Zelanda

Lo yen giapponese anti-rischio è diminuito, mentre il dollaro USA è caduto sotto l’influenza di una sessione di tipo misto. Il dollaro USA ha mostrato un calo dopo che l’indice di attività nazionale della Fed di Chicago è sceso a – 0,71 contro l’atteso – 0,20 di ottobre. Ciò riflette il peggior trend di crescita e riduce il rendimento dei titoli di stato locali.

Sessione commerciale dell’Asia del Pacifico

Il momento chiave degli scambi nella regione Asia-Pacifico è il discorso del presidente della Fed Jerome Powell. La Banca centrale sta attualmente valutando i tassi adeguati. Allo stesso tempo, il prossimo declino di 25 pb è atteso per l’anno prossimo.

Al contrario, gli scambi regionali potrebbero ripetere la sessione di Wall Street. Ciò contribuisce alla crescita degli indici, tra cui Nikkei 225 e ASX 200 dal Giappone e dall’Australia. Ciò mette a rischio lo yen, continuando così a sostenere la crescita della Nuova Zelanda e dei dollari australiani associati alle cime discendenti.

Leave a comment